vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Il governo del territorio in trasformazione

Il corso è a numero chiuso. Le domande possono essere accolte, nel limite dei posti disponibili. Sono stati attribuiti finanziamenti per previsti dei finanziamenti da parte della Fondazione Universitaria per la formazione delle Amministrazioni Pubbliche (FUAP) a copertura totale delle spese di iscrizione destinate a 40 amministratori, dirigenti, funzionari e collaboratori delle Pubbliche Amministrazioni. Si comunica che la FUAP ha attribuito, su richiesta della Scuola, un ulteriore finanziamento che consente l'iscrizione di ulteriori 25 partecipanti. Le iscrizione per tali posti finanziati verranno aperte il giorno 10 ottobre 2016. L’attribuzione delle borse di studio avverrà in base all’ordine di perfezionamento delle domande con l’applicativo on-line. La partecipazione gratuita presuppone l’obbligatoria frequenza ad almeno 25 ore di lezione.

Gli argomenti trattati e gli obiettivi formativi

Il territorio, elemento fondamentale e spazio di riferimento dei pubblici poteri, è oggi interessato da un processo di trasformazione riguardante i confini che lo delimitano, gli attori istituzionali e anche i processi attraverso i quali esso viene governato. Tale situazione di cambiamento, ovviamente, è destinata a rimettere in discussioni aspetti fondamentali della materia: accanto ai tradizionali poteri pubblici si affacciano nuovi soggetti istituzionali e qualificati attori privati; cambia il rapporto tra appartenenze individuali e pretese collettive; cambiano i principi di riferimento; cambiano gli strumenti di amministrazione spicciola e quotidiana.

Il corso si propone l’obiettivo di approfondire le principali e più recenti trasformazioni del governo del territorio, che ne stanno modificando le caratteristiche fondamentali nel suo duplice ambito materiale comprendente l’urbanistica e l’edilizia.

Il primo fattore di trasformazione è senz’altro rappresentato dall’irrompere sullo scenario istituzionale di nuovi soggetti deputati a governare e gestire il territorio – le Province riformate e le Città metropolitane – e la previsione ex lege di nuovi ambiti territoriali – come l’area vasta, anche nella prospettiva interprovinciale – che necessitano di regolazione e disciplina. Occorre dunque un ripensamento degli strumenti urbanistici ed un riassetto delle competenze anche nella prospettiva dell’attuale disegno di riforma del Titolo V Parte II della Costituzione.

Nuovi e diversi sono poi i temi che offrono la cifra di questo cambiamento, parte dei quali già oggetto di significative sperimentazioni a livello regionale e dei quali il legislatore statale ha tentato, nel corso delle ultime legislature, di farsi carico: la crisi e l’obsolescenza dei modelli e degli attuali strumenti della pianificazione urbanistica, l’evolversi del rapporto tra potestà conformativa e ius aedificandi, l’urbanistica consensuale, gli istituti della perequazione e della compensazione, il tema della città pubblica, il contenimento del consumo del suolo, la rigenerazione urbana e la tutela dei centri storici, la fiscalità urbanistica comunale, i nuovi concetti (es. bene comune) e i nuovi strumenti per una azione efficiente.

Allo stesso modo, nel settore dell’edilizia, si affacciano nuove disposizioni e nuove fattispecie improntate a dichiarate finalità di semplificazione e liberalizzazione delle attività edilizie e, in particolare, di quelle tese al recupero del patrimonio edilizio esistente. La “fuga” dal provvedimento ma anche la “fuga” dal piano: la SCIA, il permesso di costruire convenzionato e il permesso di costruire in deroga.

L’obiettivo del corso è quindi quello di fornire ai partecipanti una esaustiva ricostruzione di questo nuovo quadro normativo, collocandolo nel contesto della legislazione, sia statale che regionale, ed esaminando le principali problematiche applicative e interpretative connesse.

Responsabile scientifico

La Direzione didattica è del Prof. Luciano Vandelli, Professore Ordinario di Diritto Amministrativo dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

Il Coordinamento scientifico è della Prof. Valentina Orioli, Professore Associato di Urbanistica dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, e del Prof. Giuseppe Piperata, Professore Associato di Diritto Amministrativo all’Università IUAV di Venezia.

 

Articolazione del corso

Il corso è articolato in 6 moduli ciascuno dei quali prevede 6 ore di lezione che si svolgono di norma il giovedì (dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00) per un totale di 36 ore complessive. Le lezioni iniziano martedì 25 ottobre e terminano il 1° dicembre 2016 e sono tenute da docenti universitari ed esperti del settore.

Il Corso si svilupperà in moduli che approfondiranno i seguenti temi:

Modulo 1 - Il diritto urbanistico in trasformazione. I nuovi soggetti e i nuovi territori. Il ruolo delle Regioni e il coordinamento territoriale dell’area vasta: pianificazione di coordinamento nelle province non metropolitane e la pianificazione territoriale e strategica delle Città metropolitane. Le esperienze in corso.

Modulo 2 - Gli strumenti urbanistici comunali alla prova dell’innovazione. Quadro giuridico della pianificazione comunale e l’esperienza della legislazione regionale. La pianificazione comunale associata: aspetti giuridici e urbanistici. I nuovi temi della pianificazione comunale: la rigenerazione urbana, il contenimento dell’uso del suolo e la tutela dei centri storici.

Modulo 3 - I settori speciali. Pianificazione integrata della mobilità e del territorio. Il governo delle infrastrutture. Pianificazione paesaggistica, tutela dell’ambiente e difesa del suolo. Pianificazione e sviluppo delle attività produttive.

Modulo 4 - Vecchi e nuovi interlocutori dei pubblici poteri. Il ruolo dei privati nell’urbanistica partecipata e nell’urbanistica consensuale. La partecipazione dei privati ai procedimenti di pianificazione. Gli accordi “a monte” e gli accordi “a valle” delle prescrizioni urbanistiche. Perequazione, compensazione e forme di premialità urbanistica ed edilizia.

Modulo 5 - Nuovi scenari e nuovi processi per l’azione di governo. Conoscere l’azione di governo del territorio. Trasparenza e anticorruzione nel governo del territorio. Il governo del territorio e il governo dei beni comuni. Governo del territorio e codice dei contratti pubblici.

Modulo 6 - Il diritto dell’edilizia in trasformazione. La semplificazione nell’edilizia e il nuovo regime dei titoli abilitativi. Il RUE unico nelle esperienze di pianificazione associata e il Regolamento edilizio unico.

 

Iscrizione al corso

Il corso si rivolge prioritariamente ad amministratori e dipendenti delle regioni, degli enti locali, e di altre amministrazioni pubbliche. Il corso è altresì aperto ai dirigenti o dipendenti di enti e società pubbliche operanti in ambito locale, nonché ai laureati in discipline giuridiche, politiche ed economiche.

Il corso è a numero chiuso sono previsti un minimo di 30 e un massimo di 70 partecipanti. La priorità d'iscrizione sarà determinata sulla base della data di perfezionamento della domanda.

ATTENZIONE : Le domande possono essere accolte, nel limite dei posti disponibili, dal 25 agosto al 25 ottobre 2016.

Sono previsti dei finanziamenti da parte della Fondazione Universitaria per la formazione delle Amministrazioni Pubbliche (FUAP) a copertura totale delle spese di iscrizione destinate a amministratori, dirigenti, funzionari e collaboratori delle Pubbliche Amministrazioni. Si comunica che la FUAP ha attribuito, su richiesta della Scuola, un ulteriore finanziamento che consente l'iscrizione di ulteriori 25 partecipanti. Le iscrizione per tali posti finanziati verranno aperte il giorno 10 ottobre 2016. L’attribuzione delle borse di studio avverrà in base all’ordine di perfezionamento delle domande con l’applicativo on-line. La partecipazione gratuita presuppone l’obbligatoria frequenza ad almeno 25 ore di lezione.

Sono disponibili ulteriori 30 posti che non richiedono requisiti di ammissione e che prevedono i seguenti contributi per la partecipazione:

Intero corso

€ 650,00

Ogni singolo modulo

€ 150,00

I costi sono esenti IVA ex art. 10 comma 20 D.P.R. 633/1972.

L’attribuzione dei contributi FUAP e l’assegnazione degli ulteriori posti disponibili avviene sulla base dell’ordine di arrivo delle richieste perfezionate. Per “perfezionare la richiesta” di iscrizione è necessario:

  1. Compilare la domanda online collegandosi all’indirizzo http://137.204.237.112/Iscrizioni/CorsoGovernoTerritorio-2016.
  2. Allegare:

a)     Nel caso di amministratori, dirigenti, funzionari e collaboratori delle Pubbliche Amministrazioni che si iscrivano nel limite dei posti finanziati dalla Fondazione Universitaria per la formazione delle Amministrazioni Pubbliche (FUAP) autocertificazione da cui risulti l’amministrazione di appartenenza;

b)    Nel caso di iscrizioni oltre i posti disponibili con finanziamento della Fondazione Universitaria per la formazione delle Amministrazioni Pubbliche (FUAP) o iscrizione da parte di privati o iscrizione a singoli moduli, la ricevuta di versamento corrispondente, sulle seguenti coordinate bancarie: Iban: IT 98 O 02008 02457 000003002196 Unicredit Banca, Agenzia di Piazza Aldrovandi, Bologna intestato a CRIFSP Centro di Ricerca e Formazione sul Settore Pubblico – SPISA Scuola di Specializzazione in Studi sull'Amministrazione Pubblica, Causale: CRIFSP – Spisa: Corso Governo Territorio 2016.

Nel caso di pagamento da parte di Pubbliche Amministrazioni è necessario allegare l’impegno di spesa da parte dell’Amministrazione stessa. A fronte dell’impegno di spesa o della ricevuta di versamento verrà emessa fattura.

Si segnala che nell’applicativo è presente un contatore che indica il numero di persone iscritte e che consente di verificare l’eventuale disponibilità di contributi per il finanziamento della quota di iscrizione. In ogni caso la conferma dell’iscrizione al corso e dell’eventuale ottenimento della borsa di studio avverrà successivamente al ricevimento della e-mail di conferma (che verrà inviata previa verifica del possesso dei requisiti per l’esonero o della regolarità del versamento/impegno di spesa).

 

Accreditamento da parte degli Ordini di categoria

Il corso è stato accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna per complessivi 20 crediti. Ogni modulo è, inoltre, stato accreditato per n. 4 crediti.

Sede del corso

Aula 2 della Scuola di Specializzazione in Studi sull’Amministrazione Pubblica, Via Belmeloro, 10 – Bologna.

 

Programma dettagliato delle lezioni

Il Programma dettagliato, comprensivo dei Relatori, è riportato nel file allegato.

Modulo 1 - Il diritto urbanistico in trasformazione – martedì 25 ottobre 2016

Orario

Argomento

10:00-11:30

Nuovi attori e nuovi contesti territoriali per il diritto urbanistico alla luce dei principali processi di riforma legislativa e costituzionale

11:30-13:00

Il ruolo delle Regioni e il coordinamento territoriale dell’area vasta: pianificazione di coordinamento nelle province non metropolitane

14:00-15:30

Come cambia la geografia amministrativa: l’osservatorio sulle Città metropolitane

15:30-17:00

segue: la pianificazione territoriale e strategica delle Città metropolitane

Modulo 2 - Gli strumenti urbanistici comunali alla prova dell’innovazione – giovedì 3 novembre 2016

Orario

Argomento

10:00-11:30

Quadro giuridico della pianificazione comunale ed esperienza delle legislazioni regionali

11:30-13:00

La pianificazione comunale associata: aspetti giuridici e urbanistici

14:00-15:30

I nuovi temi della pianificazione comunale: il contenimento dell’uso del suolo e la rigenerazione urbana

15:30-17:00

I nuovi temi della pianificazione comunale: la tutela dei centri storici

Modulo 3 - I settori speciali – giovedì 10 novembre 2016

Orario

Argomento

10:00-11:30

Governare le fragilità: pianificare il paesaggio; tutelare l’ambiente e difendere il suolo

11:30-13:00

La pianificazione integrata della mobilità e del territorio

14:00-15:30

Il governo delle infrastrutture tra province e città metropolitane

15:30-17:00

Pianificazione e sviluppo delle attività produttive

Modulo 4 - Vecchi e nuovi interlocutori dei pubblici poteri – giovedì 17 novembre 2016

Orario

Argomento

10:00-11:30

Il ruolo dei privati nell’urbanistica partecipata e nell’urbanistica consensuale

11:30-13:00

La partecipazione ai processi di pianificazione e gli interessi urbanistici organizzati

14:00-15:30

Gli accordi “a monte” e gli accordi “a valle” delle prescrizioni urbanistiche nella legislazione regionale

15:30-17:00

Perequazione, compensazione e forme di premialità urbanistica ed edilizia

Modulo 5 - Nuovi scenari e nuovi processi per l’azione di governo – giovedì 24 novembre 2016

Orario

Argomento

10:00-11:30

Le basi conoscitive dell’azione pubblica

11:30-13:00

Trasparenza e anticorruzione nel governo del territorio

14:00-15:30

Il governo del territorio e il governo dei beni comuni

15:30-17:00

Governo del territorio e codice dei contratti pubblici

Modulo 6 - Il diritto dell’edilizia in trasformazione – giovedì 1 dicembre 2016

Orario

Argomento

10:00-11:30

Semplificazione e accelerazione dei procedimenti edilizi

11:30-13:00

Sportello unico dell’edilizia e de materializzazione dei processi

14:00-15:30

I mutamenti d’uso nella prassi e nella giurisprudenza

15:30-17:00

L’esperienza del RUE unico dell’unione dei Comuni della Romagna forlivese

Tutor e materiale didattico

Il nominativo e i riferimenti del Tutor saranno comunicati durante la prima lezione. Il materiale didattico sarà reso disponibile durante il corso in una piattaforma web accessibile al seguente indirizzo Internet: http://137.204.237.112/moodlespisa/. Le modalità di accesso saranno rese note durante la prima lezione.

Firme di presenza e certificazioni di presenza

Le firme di presenza verranno raccolte all’inizio e alla fine di ogni singola giornata di corso.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione a coloro che avranno partecipato ad almeno il 70% delle attività previste (25 ore di lezione nel caso di iscrizione all'intero corso) comprensivo dell’attestazione dell’accreditamento da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna nel caso di partecipazione ad almeno l’80% delle attività previste (29 ore di lezione nel caso di iscrizione all'intero corso). Il rilascio della certificazione è subordinata alla compilazione dei questionari di gradimento.

Questionari di gradimento

I partecipanti al corso al termine del corso dovranno compilare un questionario di gradimento collegandosi alla piattaforma moodle di cui hanno acquisito le credenziali con le modalità indicate durante la prima giornata di lezione.