vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

VOTA UNIBO SU WWW.MTV.IT

VOTA DAL 12 GIUGNO LA PROPOSTA DI LEGGE DELLA SPISA SU WWW.MTV.IT

dal 12/06/2009 alle 00:00 al 30/06/2009 alle 00:00

Aggiungi l'evento al calendario

 

Tocca a noi coinvolge i ragazzi in un progetto di democrazia diretta senza precedenti, mette il potere nelle loro mani, riporta la loro voce nel processo politico: dà loro la possibilità di migliorare concretamente quello che non va, lasciandoli parlare senza filtri, agire senza sovrainterpretazioni o commenti superflui.

In onore alla sua tradizione, la Spisa - insieme a gruppi di ricerca di altri due atenei - è stata chiamata direttamente dall'emittente televisiva a redigere un testo normativo sull'argomento "Scuola ed istruzione", scelto in una rosa di 4 argomenti da quasi 300.000 ragazzi.

Come è noto, gli anni dell’Università sono quelli in cui lo studente si forma e acquisisce quelle esperienze sulle quali potrà fare affidamento nella vita e nella professione. Sono anche gli anni in cui è necessario mettere lo studente nelle condizioni ideali per poter portare a termine il suo percorso formativo.

 E’ questa la convinzione da cui parte questo progetto di legge, che vuole mettere al centro del sistema lo studente ed il suo diritto di vivere appieno l’esperienza universitaria: le Università non devono essere solo un "esamificio", ma un vero "luogo di occasioni".

 Le nostre non sono solo parole vuote o aspirazioni: il progetto di legge propone vari strumenti concreti ai quali è affidato il compito di realizzare una università di qualità. Si muove in questa direzione, in primo luogo, l’obbligo per tutte le università di adottare una Carta dei Servizi, in modo da garantire agli studenti una articolata gamma di attività aggiuntive all’offerta formativa (corsi di lingua, attività sportive, attività di supporto personale e mirato agli studenti stranieri e a chi vuole recarsi all’estero) e di mettere in competizione le università. Sullo stesso piano si collocano le altre misure: quelle che facilitano la mobilità degli studenti tra le università e verso l’estero, quelle che permettono di conciliare il tempo dello studio con il tempo dedicato al lavoro o ad altre attività formative, o ancora quelle che incentivano gli affitti agevolati a favore degli studenti fuori sede e l’utilizzazione di manuali e libri in formato elettronico.

 Qui finisce il nostro compito di giuristi.

Adesso TOCCA A VOI! fare in modo che l’università di qualità da noi proposta possa diventare realtà!

Pertanto, votate, votate, votate !!!